I treni storici

TRENI STORICI

Il Trenino Verde utilizza mezzi rigorosamente d’epoca, mantenuti in efficienza e sicurezza affinché anche i viaggiatori di oggi possano continuare a vivere un’esperienza di viaggio unica, nelle stesse condizioni originali di un tempo.

Purtroppo spesso capita che i treni storici – come le facciate delle case,  i monumenti e il patrimonio architettonico dei nostri paesi e città – vengano deturpati da scritte e graffiti che impediscono alla collettività di godere appieno della bellezza e originalità di questi mezzi di locomozione, generando inoltre dei rilevanti costi per il loro ripristino.

———————█———————

Automotrice Diesel 

Alla fine degli anni ‘50 questa automotrice, progettata sia per la trazione che per il trasporto passeggeri, comincia a viaggiare sulle linee del Trenino Verde della Sardegna. E’ interamente di fabbricazione italiana perché la carrozzeria è prodotta dall’officina Stanga e il motore dalla Tecnomasio Italiano Brown Boveri. 

E’ lunga 17 metri, pesa 34 tonnellate a vuoto ed è bidirezionale, un vantaggio importante per la manovra. Raggiunge la velocità massima di 75 km/h e riesce ad affrontare bene anche le curve con un raggio inferiore a 100 metri, meno della metà delle ferrovie ordinarie. Trasporta 55 passeggeri, di cui 15 in prima classe e 40 in seconda classe.
Gli anziani abitanti dei luoghi che attraversa spesso la chiamano ancora “littorina” che in realtà era il nome di un diverso tipo di automotrice, in esercizio nell’epoca fascista, che aveva un fascio littorio sulla parte anteriore.

———————█———————

Locomotore Diesel

Questo mezzo bidirezionale cominciò ad essere utilizzato in Sardegna alla fine degli anni ‘50 per sostituire gradualmente le locomotive a vapore. Il locomotore è abbinato a una o più carrozze per il trasporto delle persone.

In cabina si trova una coppia di macchinisti pronta a darsi il cambio o ausilio durante il viaggio. 

 

———————█———————

LOCOMOTIVA REGGIANE

Gloriosa locomotiva a vapore costruita nel 1931 dalle Officine Meccaniche di Reggio Emilia, più conosciute come le Reggiane. Oggi si trova nel deposito di Monserrato vicino a Cagliari e viene utilizzata per i viaggi più prestigiosi e per le riprese di film d’epoca.

 

———————█———————

VAGONE Passeggeri V2D

Costruito negli anni ‘30 per conto della Ferrovia Circumvesuviana di Napoli, questo vagone da 72 posti arriva in Sardegna alla fine degli anni ‘50 dove fu restaurato nell’ambito del progetto di ammodernamento della rete ferroviaria sarda di quegli anni.

 

———————█———————

VAGONE PASSEGGERI BREDA

Vagone passeggeri fabbricato nel 1929/1930 dalle industrie Breda di Milano, azienda storica presente nel settore ferroviario europeo dalla fine dell’Ottocento, è lungo 14 metri e trasporta 54 passeggeri seduti.

 

———————█———————

CARROZZA PASSEGGERI Bauchiero

Questo affascinante gioiello in legno e ottone della famiglia del Trenino Verde risale addirittura al 1913. E’ di fabbricazione italiana, più precisamente delle Officine Bauchiero piemontesi, e trasporta 42 passeggeri. 
Negli anni ’90 è stata restaurata interamente nelle officine ARST grazie ad un contributo dell’ESIT (Ente Sardo Industrie Turistiche).

E’ la stessa carrozza nella quale nel 1921 viaggiò in terza classe il celebre scrittore D.H. Lawrence che poi, nel libro “Mare e Sardegna”, descrisse la sua affascinante esperienza.